WELCOME_MESSAGE

Procura Generale Caltanissetta - Ministero della Giustizia

Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di CALTANISSETTA

ESECUZIONE PENALE

COS’È

Il condannato, dopo l’esecutività della sentenza che comporti l’esecuzione di una pena detentiva, può richiedere, se libero, ai sensi dell’art. 656 c.p.p., l’ammissione a una misura alternativa alla detenzione in carcere, qualora ricorrano le condizioni per l’entità della pena residua e per la tipologia del reato, al fine di essere ammesso dalla Magistratura di sorveglianza all’affidamento in prova al servizio sociale, alla detenzione domiciliare, alla semilibertà o, in casi particolari, all’affidamento con un programma terapeutico ai sensi degli art. 90/94 del D.P.R. 9.10.1990 n.309. 

La richiesta deve essere depositata dopo avere ricevuto l’ordine di esecuzione pena di cui al comma 3 dell’art. 656 c.p.p., entro 30 giorni presso la Segreteria della Esecuzione pena della Procura Generale, direttamente dal condannato o dal difensore, unitamente alla eventuale documentazione. 

L'istanza deve contenere necessariamente l’elezione di un domicilio a pena di inammissibilità. Ogni altra istanza incidente sulla esecuzione della pena, quale richiesta di indulto, fungibilità, eccezioni sul titolo esecutivo, richieste di cumulo pene, richieste di certificazioni relative alla esecuzione, potrà essere presentata direttamente alla suddetta Segreteria.

CHI PUÒ RICHIEDERLO

Condannato e/o Avvocato designato di fiducia o d’ufficio, o Uffici pubblici interessati

COME SI RICHIEDE E DOCUMENTI NECESSARI

  • Consegna a mano del documento presso Ufficio Esecuzioni Penali, piano VI° stanze 614-615-616
  • Invio per posta ordinaria all’indirizzo: Via Libertà, n. 5 - 93100 Caltanissetta (CL)
  • Invio per posta elettronica:

E-mail: esecuzione.pg.caltanissetta@giustizia.it 

PEC: esecuzioni.pg.caltanissetta@giustiziacert.it - depositoattipenali2.pg.caltanissetta@giustiziacert.it

Torna a inizio pagina Collapse